Gestione dell'energia elettrica.

Stampa

Gestione dell'energia

LA GESTIONE DELL' ENERGIA ELETTRICA

 

Nella cucina  è concentrata la maggior parte degli utilizzatori a più alto assorbimento d’energia elettrica, tra cui il forno elettrico (2200 W), la lavastoviglie (2000W), il frigorifero/congelatore (350 W), il forno a microonde (1800 W) e il boiler (1600 W).

 

 L’uso di tali utilizzatori dovrà essere gestito in modo che il loro funzionamento non sia causa di intervento del limitatore di potenza del distributore di energia, con le spiacevoli conseguenze di: lasciare in “black out” l’impianto, dover riarmare l’interruttore limitatore (generalmente posto nel vano scale) e ripristinare gli utilizzatori che necessitano di un riavvio dopo la mancanza di tensione.

Tale inconveniente può essere controllato con un sistema di gestione energia che permette di eliminare gli scatti intempestivi del limitatore. Il funzionamento della gestione energia si basa sul controllo costante del valore di potenza assorbita dall’impianto.

Tale valore è rilevato tramite un dispositivo (TA) installato nel centralino d’appartamento, il quale, quando rileva che il valore di potenza supera la soglia di massimo prelievo, comanda il distacco dei dispositivi con una determinata“ priorità” fino a riottenere il valore di potenza impostato.

 

E' ottenuto alimentando le prese degli elettrodomestici che si vogliono gestire, tramite degli attuatori che in base alla “priorità”impostata sezionano l’alimentazione dell’elettrodomestico collegato

La “priorità” viene assegnata tramite dei selettori (configuratori) posti sull’attuatore. L’attuatore può essere collocato direttamente sulla presa di energia oppure nel centralino di alimentazione. L’impianto di gestione d’energia basa il suo controllo sul sistema bus o sul sistema ad onde convogliate. Il sistema bus è composto da una centralina, dagli attuatori e oltre al cavo di energia che alimenta l’utilizzatore, necessita di un cavo (doppino) che trasporta il segnale di comando.

 

Utilizzando invece il sistema ad onde convogliate bisognerà impiegare gli stessi componenti del sistema bus con esclusione del cavo (doppino), poiché il segnale di comando utilizza gli stessi cavi del trasporto d’energia, evitando in tal modo ulteriori opere murarie. Il controllo di energia permette di attivare gli elettrodomestici nelle fasce orarie di bassa tariffazione, con conseguente risparmio d’energia oppure per particolari esigenze.

La temporizzazione è ottenuta collegando alla centrale un dispositivo di temporizzazione giornaliero/settimanale e attivando il selettore sull’ attuatore di controllo.

 

RILEVATORE DI MONOSSIDO DI CARBONIO

 

La presenza di stufe, camini o di fiamme generate dai fornelli, implica una combustione di gas o materiale combustibile.    

Se la combustione ha una buona miscelazione di gas ed ossigeno, fornisce come prodotti della combustione anidride carbonica e vapore acqueo, invece se lacombustione è priva di ossigeno si ha la formazione di monossido di carbonio.

Il monossido di carbonio (CO) è un gas inodore, incolore e letale per le persone che lo respirano. Il rivelatore di CO quando si attiva aziona sistemi di segnalazione acustici, ottici (segnalazione Led rosso) e comanda gli estrattori d’aria per favorire la ventilazione del locale.

PRESENZA FUMO ED INNESCO INCENDIO

La presenza di fiamme libere o la dimenticanza di pentole sui fornelli accesi può essere causa d’innesco d’incendio; tale pericolo può essere prevenuto installando un sensore di fumo ed incendio che svolge la funzione di attivare una segnalazione acustica e visiva in caso d’intervento.

l' uso costante di acqua all’interno della cucina aumenta la probabilità di allagamento; la causa può essere dovuta alla rottura dei tubi di adduzione dell’acqua oppure al cattivo funzionamento della lavastoviglie.

Tale inconveniente può essere prevenuto installando a livello del pavimento un sensore di allagamento che avvisa tramite segnalazione acustica o visiva l’eventuale perdita di acqua ed interviene sulla elettrovalvola di intercettazione dell’acqua chiudendola. Il sensore di allagamento è realizzato con due lamine poste vicine fra loro che in caso di presenza di acqua si chiudono generando un segnale di allarme; il sensore è alimentato con una bassissima tensione di sicurezza.

 

Tutti gli allarmi tecnici elencati possono funzionare in modo autonomo oppure essere integrati con gli altri impianti (idraulici) automatici della casa tramite sistema bus o sistemi equivalenti, i quali possono mettersi in comunicazione con il proprietario dell’appartamento o con gli organi di vigilanza, avvisandoli tramite messaggio telefonico in modo da intervenire tempestivamente.

News! Offerte Sistemi di sicurezza Foggia !

E' in allestimento il negozio on line della F.M. Impianti, dove potrete trovare i condizionatori e i sistemi di sicurezza più utilizzati dalla nostra azienda.

Per altre tipologie di climatizzatori e sistemi d' allarme non ancora presenti sul sito potete:

  • Inviare una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  e richiedere il vostro preventivo personalizzato
  • Compilare il form contattaci con i dati del materiale richiesto
  • Chiamare il 347/1758451
 

Per tutti i clienti che acquistano i loro prodotti on line sconto sull'installazione del 10%

L' offerta installazione antifurto è valida solo per installazioni a Foggia e provincia.

Per tutto il mese di Giugno grande offerta Antifurti ;

Per ogni impianto di allarme con filo in regalo il contatto magnetico per la porta ingresso.

E per ogni antifurto senza fili in regalo un sensore di gas(in alternativa si può scegliere un sensore di fumo o allagamento).

 

offerte speciali